Il Viaggio

il Viaggio è un’esperienza per noi importantissima. Di fatto è nata nel 1983, il nostro ispiratore Oberto Airaudi, in Damanhur Falco,  ha colto un momento di staticità dell’esperienza comunitaria, ha raccolto molte delle persone che allora gravitavano ancora attorno a Damanhur e ha iniziato con queste a viaggiare appunto in tutta Italia, per utilizzare il movimento come strumento di crescita intima dentro e fuori di sè…. il Viaggio è uscire dagli schemi,  è l’ occasione per ognuno di noi di uscire dai ruoli che tendono un po’ a “fossilizzarsi” in un personaggio. Nel Viaggio siamo solo “viaggiatori”, niente di più, quindi chi è a capo di qualcosa, dirige un’azienda o ha un ruolo elettivo da quel momento si impegna ad uscire dal ruolo e rinnovare le parti “fresche” che in quell’ambito magari non possono esprimersi. Si crea così una specie una micro società itinerante, con funzioni adatte al momento; si esprime dinamismo e velocità, caratteristiche in quell’ambito indispensabili. Si portano avanti varie ricerche comuni tra le persone coinvolte, si lavora anche a fianco di Falco  nelle sue ricerche relative alla fisica spirituale, o esoterica, che ha molti punti di incontro con la fisica quantistica e con le teorie avanzate che la scienza oggi contempla (quando se ne parlava trent’anni fa sembravamo dei pazzi e invece… !), di cui merita parlare più diffusamente, magari aprendo delle pagine specifiche.

Tutto questo non ha nulla  a che fare con le assurdità che hanno scritto nei siti del cesap e di focus, che forniscono una versione del Viaggio stile “…il capo che porta a spasso l’harem delle ragazze più carine…” Ma come si sa, rendere pruriginoso qualsiasi argomento va di moda!